baggio... Acr-Crv.. Acraccademia.it

Loading...

domenica 14 marzo 2010

ACR.. Roma.. Milano e Sanremo!

http://www.acraccademia.it/3%20-%20IL%20SANREMESE.html
La solitudine


La solitudine
è una prigione senza ne sbarre ne confini.
E' ampia come l'orizzonte
e alta quanto il cielo
La solitudine è fatta
di una libertà malata
come svegliarsi la notte
e poter urlare tanto
non c'è nessuno che ti ascolti
e tu possa disturbare
La solitudine
è la compagnia angosciante
di uno specchio
E' una nota
strappata da una partitura
che vibra di dolore
di speranza
di paura
 di Bruno Baldassin (che la dedica alla cara moglie scomparsa prematuramente)
 
http://www.ilpuntosano.it/

Ciao,  sabato 20 marzo si è tenuta a Roma una grande manifestazione nazionale, in occasione della Giornata mondiale dell’Acqua del 22 marzo, a difesa dell'acqua e dei beni comuni. L'approvazione, a novembre, del decreto Ronchi, consegna di fatto la gestione del servizio idrico nelle mani di società private o a capitale misto pubblico-privato (il socio privato dovrà possedere però, non meno del 40% del capitale e avrà la gestione della società!).  Non esiste più la possibilità della gestione pubblica del servizio idrico, da parte degli enti locali. E questo perchè l'acqua, per i nostri legislatori, è diventata una merce da cui trarre un profitto. E' dunque importantissimo partecipare numerosissimi alla manifestazione di Roma, per dimostrare che per molti l'acqua è ancora un bene conume.

Hanno aderito alla manifestazione e sono stati presenti sabato a Roma, centinaia di associazioni, (tra le quali ACR-ONLUS)sindacati, comitati di cittadini, l’associazionismo cattolico, il mondo ambientalista, le associazioni di difesa dei consumatori e i Comuni che hanno scelto la gestione pubblica del servizio idrico. Per qualsiasi informazione, non esitate a contattrci. http://www.acraccademia.it/
Per Sanremo  ACR IL SANREMESE (che ringrazia Sanremo disponibile.. e la Agostinelli)


Lettera aperta all’Assessore Solerio

Seguiamo con attenzione l’evolversi delle posizioni dell’Assessore Solerio, riguardo il destino della società AMAIE, che gestisce il servizio idrico per Sanremo e alcune zone della provincia di Imperia, oltre che fornire energia elettrica a parte della città.
Rileviamo però tra le sue recenti dichiarazioni pubbliche alcune contraddizioni, in merito alle quali avremmo piacere di ricevere chiarimenti. L’indispensabile premessa - E’ stato recentemente approvato il Decreto Ronchi che indica le future modalità di gestione dei servizi pubblici locali: in via ordinaria, a società private o miste pubblico-private (con capitale privato non inferiore al 40%) o, in via eccezionale, a s.p.a. 100% pubbliche. Da evidenziare il fatto che queste forme di gestione si applicano solo per i servizi locali a rilevanza economica e che spetta al Comune indicare quali siano tali servizi.
Gentile Assessore,
qualche settimana fa, in una breve trasmissione televisiva sul futuro della AMAIE andata in onda su una rete televisiva locale, un’associazione cittadina proponeva come mezzo per garantire ai cittadini la gestione pubblica del servizio idrico, la modifica dello statuto comunale con l’introduzione della dichiarazione che “l’acqua è un bene comune, un diritto inalienabile di ogni cittadino e, di conseguenza, il servizio idrico è un servizio ad interesse pubblico, privo di rilevanza economica”. Lei replicava che è impossibile definire il servizio idrico privo di rilevanza economica visto che l’acqua si compra e si vende… Al contrario, nel consiglio comunale di venerdì scorso, in risposta all’ordine del giorno del consigliere Nocita e a seguito dell’intervento dei consiglieri Gorlero e Cassini, che chiedevano al consiglio di esprimersi nello stesso senso, non solo non ha replicato, come ci saremmo aspettati vista la premessa televisiva, che la loro richiesta era impossibile, ma ha addirittura letto una delibera dell’AATO (verbale n. 16 dell' 1/7/09), dalla quale si evince che tutti i comuni, all’unanimità, avrebbero deliberato già in tal senso..... Sanremo disponibile e Agostinelli.. e Acr

http://www.youtube.com/user/oceano585#p/a/u/1/3LHiX49M320
Infine, sempre nell’ambito di tale replica, citando i contenuti della recente legge Ronchi (166/09), che, secondo l’opinione di tutti, sancisce di fatto la privatizzazione dei servizi pubblici locali a rilevanza economica, lei invece affermava testualmente che "...anzi, se vogliamo essere sinceri il Decreto Ronchi introduce una novità importante che è quella dei servizi pubblici che non hanno rilevanza economica, che per la prima volta viene introdotta in una norma di legge, che consente, là dove venisse acquisito come dato giuridico il fatto che l'acqua è un bene pubblico, universale e di cui tutti hanno diritto e che non ha rilevanza economica, ne conseguirebbe che potrebbe restare una gestione pubblica al di là di forme di affidamento."….. Pur non risultandoci che la legge Ronchi faccia alcun esplicito riferimento ai servizi privi di rilevanza economica in alcuna delle sue parti, rileviamo che, oggi, anche secondo lei è possibile definire il servizio idrico privo di rilevanza economica. Le chiediamo dunque di considerare ... omissis .. salvaguardare una reale gestione pubblica della nostra acqua, anche perchè la definizione del servizio idrico presente nello Statuto AATO che dovrà essere ratificato, come “servizio pubblico locale con prioritaria finalità sociale”, non ha alcun valore giuridico, per cui in assenza di un preciso indirizzo delle amministrazioni comunali verso la “non rilevanza economica”, si spalancano le porte alla privatizzazione del servizio idrico.
Cordiali saluti da Acr IL SANREMESE e da Sanremo sostenibile


www.acraccademia.it

.. perchè.. buttare tutto?
Occorre elaborare il lutto?
NO! Caro Bruno..
lei .. la TUA donna.. ti sarà sempre vicina, e rivivrà in te e x te, come la mia .
La DONNA del mio DESTINO.. io la sento sempre e la rivedo.. il resto non conta..
La solitudine ..è una prigione ..senza ne sbarre ne confini... se non l'hai amata..

Nessun commento:

Posta un commento